Vida de Istranzos -
(Vita da stranieri)

marzo/aprile 2003



Vida de Istranzos vede la luce nel marzo 2003.
L’occasione è offerta dalla selezione del multiple-name Svarnet alla partecipazione di Networking/Le città della gente cui Svarnet prende parte come membro di OUT, l’Office Urban Transformation voluto dall’artista Bert Theis. E' nell’ottica della trasformazione urbana che Svarnet concretizza il suo passaggio a Monsummano Terme, dove nella piazza prende vita Vida de Istranzos. Questo titolo in lingua sarda si impernia sul termine istranzos e si riferisce all’errante-straniero-ospite del mediterraneo, dove “ospite” è, secondo il significato originario della parola, sia chi ospita che chi viene ospitato. Nel corso della sua vita nel paese, Svarnet sperimenta ed enfatizza la sua condizione di ospite, scopre lo spazio di questo abitare ed intesse relazioni quotidiane che cercheranno di “rimagnetizzare” la piazza centrale del paese, Piazza Giusti, che, diventatata semplicemente un punto attorno al quale distribuire meglio il traffico, ha perso nel tempo la sua identità.
La settimana intensa e ricca di convivenza, termina con la costruzione di una casa nella piazza del paese; la casa è senza pareti, fatta delle relazioni intessute con gli abitanti e col luogo: gli elementi portanti provengono da un albergo abbandonato alle porte del paese, in cui Svarnet si stabilisce metaforicamente come ospite, per poi spostarsi appunto nel centro della piazza.
Svarnet si veste con i vestiti che le persone le hanno regalato, indumenti, oggetti e vivande che attraversano la porta senza pareti della casa-piazza, regali della settimana di ospitalità e frutto degli incontri che di passaggio in passaggio, nelle relazioni stesse, fanno sì che Savrnet abbia il necessario ed il piacevole.
La casa della piazza prende vita. Sino a notte fonda.
E' in questa forma che Svarnet prende parte all’azione coordinata da OUT nel corso della settimana, portando fisicamente i “pezzi” dell’ospitalità vissuta nella piazza stessa, che si riscalda con un fuoco vero sino ad ora tarda.